Messaggio Internazionale - Giornata Mondiale del Teatro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Messaggio Internazionale

GMT negli anni > 2010

Messaggio Internazionale
Judy Dench


La Giornata Mondiale del Teatro è un'occasione per celebrare il Teatro nella miriade delle sue forme. Il Teatro è una sorgente di divertimento e di ispirazione ed ha la capacità di unificare le molte diverse culture e diversi popoli che esistono nel mondo. Però il teatro è piú di tutto questo ed offre anche delle occasioni di educare ed informare.
Il Teatro viene rappresentato in tutto il mondo e non sempre in un ambiente teatrale tradizionale. Le rappresentazioni possono tenersi in un piccolo villaggio in Africa, vicino ad una montagna in Armenia, in una minuscola isola del Pacifico. Tutto ciò di cui ha bisogno è uno spazio ed un pubblico. Il Teatro ha la capacità di farci sorridere, piangere, ma anche di farci pensare e riflettere.
Il Teatro si realizza tramite il lavoro di un gruppo. Gli attori sono le persone che si vedono, ma c'è un incredibile insieme di persone che non si vedono. Queste persone sono importanti quanto gli attori ed anche le loro diverse abilità specialistiche rendono possibile la messa in scena di uno spettacolo. Anche queste persone devono avere la loro parte in ogni trionfo e successo che sperabilmente si realizzi.
Il 27 marzo è sempre ufficialmente la Giornata Mondiale del Teatro. In molti modi ogni giorno dovrebbe essere considerato una giornata del teatro, perché abbiamo una responsabilità nel continuare la tradizione di divertire, educare ed istruire il nostro pubblico, senza il quale noi non potremmo esistere.


Judith Olivia Dench (York, 9 dicembre 1934) è un'attrice teatrale e attrice cinematografica britannica.
Celebre interprete teatrale nella Royal Shakespeare Company, a partire dalla metà degli anni ottanta diventa nota anche al cinema, grazie alla sua incisiva carica comunicativa, interpretando ruoli di donne eccentriche o vendicative in film di successo.
La prima importante interpretazione è nel film di James Ivory Camera con vista (tratto dal romanzo omonimo di E. M. Forster) del 1986, al fianco di Maggie Smith; nel 1996 ha un piccolo ruolo nel film di Kenneth Branagh Hamlet.
Il riconoscimento definitivo da parte della critica arriva nel 1997 con il film La mia regina (Mrs. Brown) dove la Dench interpreta egregiamente la Regina Vittoria; ottiene una nomination agli Oscar come miglior attrice protagonista, vince il Golden Globe come miglior attrice protagonista per ruoli drammatici, ed ottiene un numero davvero elevato tra premi e nomination.
L'Oscar arriva comunque l'anno successivo con Shakespeare in Love (1998), la cui interpretazione di Elisabetta I d'Inghilterra le permette di aggiudicarsi la statuetta come miglior attrice non protagonista: nel discorso pronunciato al ritiro del premio, la Dench si dichiarò sbalordita di aver ottenuto una simile onorificenza per un ruolo della durata di appena otto minuti. Nel film recita insieme ad attori del calibro di Geoffrey Rush e a Gwyneth Paltrow, che proprio per questa pellicola vinse l'Oscar come protagonista.
Nel 1999 Dench è tra i protagonisti del film di Zeffirelli Un tè con Mussolini, insieme a Cher e all'amica Maggie Smith. Seguono altri premi e candidature in film come Chocolat (2000), accanto a Juliette Binoche e Johnny Depp; Iris - Un amore vero (2001), The Shipping News di Lasse Hallstrom con Kevin Spacey, Julianne Moore e Cate Blanchett, Lady Henderson presenta (2005) e Diario di uno scandalo (2006) a fianco di Cate Blanchett (entrambe candidate agli Oscar).
Dal 1995 (Agente 007 - GoldenEye) ricopre il ruolo di M, il capo dell'MI6, nei film di James Bond.
Nel 2009 recita anche in Nine di Rob Marshall.
Nella sua carriera ha ottenuto ben 10 BAFTA, 4 per la televisione e 5 per il cinema. Per quanto riguarda i lavorii televisivi, nel 1968 vinse per Talking to a Stranger, nel 1982 per A Fine Romance, Going Gently e The Cherry Orchard, nel 1985 ancora per A Fine Romance e nel 2001 per The Last of the Blonde Bombshelles. Invece per il cinema vinse nel 1987 come miglior attrice non protagonsita per Camera con vista, nel 1998 come miglior attrice protagonista per La mia regina, nel 1999 come non protagonista per Shakespeare in Love e nel 2002 come protagonista per Iris - Un amore vero. Per La mia regina, Shakespeare in Love e Iris venne anche candidata ai Premi Oscar, vincendo per Shakespeare in Love. Agli Oscar, come anche ai BAFTA, è stata candidata anche nel 2001 per Chocolat come miglior attrice non protagonista, nel 2006 come miglior attrice protagonista per Lady Henderson presenta e nel 2007 come protagonista per Diario di uno scandalo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu